Ambulatori

L’ambulatorio per me ha sempre rappresentato il luogo dove la donna “scopre” la sua intimità, non solo del corpo, ma direi sopratutto,  delle sue emozioni, dei suoi sentimenti, del suo vissuto. Avere rispetto del senso di pudore, insito in ciascuno di noi, facilitare il superamento del naturale imbarazzo di doversi mettere a nudo di fronte ad un estraneo: se non è facile togliersi gli indumenti, quanto più è difficile parlare della propria sessualità! Nel corso degli anni, ove ho potuto, ho cercato di migliorare l’ambulatorio, in modo da rederlo sempre più confortevole ed accogliente. Oggi posso ritenermi soddisfatto del risultato ottenuto: nelle due sedi di Livorno e Donoratico, sono riuscito a separare la zona dedicata all’ascolto (colloquio preliminare) dalla zona dedicata alla visita. La donna ha quindi la possibilità di entrare accompagnata da persona a lei gradita, senza per questo essere esposta alla visione durante l’esame medico, che si compie al riparo di un tendaggio che impedisce la visuale. Dove l’insonorizzazione non era sufficiente a garantire la tutela della privacy, nella sala di attesa ho provveduto ad aggiungere un impianto fonico con diffusione di musica che consenta di mascherare le voci. Ritengo che la cura di questi particolari consenta di garantire quella riservatezza che ritengo indispensabile per poter svolgere al meglio questa attività. Voglio augurarmi che la donna possa in tal modo vivere nel modo migliore, soprattutto nel pieno rispetto della sua dignità, un momento che certamente crea imbarazzo.

Appuntamenti: telefonare al n° tel. 0586 853612 dal Lunedì al Venerdì in orario 9-11